FLY FISHING EXPERIENCE

Tutto è cominciato alla fiera di Vicenza 2017 quando incontrando Luca e Michele, il più folle dei due (Luca) mi ha detto testuali parole: ” tu mi devi organizzare una giornata da te! il prima possibile! che devo fare un video ed un articolo per la rivista “la pesca a mosca e spinning”.

Il suo fare minaccioso mi ha impedito di desistere.

Propongo due fine settimana di Aprile: 1-2 oppure 8-9

Dopo numerosi messaggi e chiamate decidiamo per il 2 Aprile.

Arriva, finalmente, il grande giorno, l’entusiasmo che Luca mette in ciò che fa mi sta contagiando.

Appuntamento alle 8:00 a casa mia e loro puntualissimi non si fanno attendere, entrano per un caffè due coccole al cane e si va a caricare la macchina.

Partiamo in direzione Valle di Scalve, mi chiedono di vedere la cascata, quindi la prima tappa è quella.

Arrivati alla valle del Vò, dopo un selfie di rito, si parte per i 30 minuti di camminata direzione cascata.

17757433_626758120857743_8110704356839832232_n

Arrivati alla cascata io ne approfitto per fare due lanci, le trote sono ancora molto ferme, quindi fanno due riprese e qualche foto.

Tornando alla macchina faccio la guida turistica mostrando la fornace di estrazione dei minerali, le carbonaie e per non farci mancare nulla i suggestivi formicai della formica Rufa

Giunti alla macchina la voglia di pescare c’e’ quindi si scende in direzione Via Mala prima però una piccola pausa ad un bel bar della zona per un caffè e due chiacchere.

Arriviamo allo spot che ho scelto per la giornata, sul confine tra Brescia e Bergamo, ci cambiamo carichiamo l’attrezzatura dopo circa 500 mt di cammino siamo sullo spot.

Per prima cosa cerchiamo di scappottare senza l’ansia delle riprese.

Michele per primo mostra la sua bravura e ottima lettura dell’acqua scappottando dopo i primi lanci. Io decido di lasciare spazio a Luca anche se dopo diversi lanci non riesca a scappottare allora decido di provare un angolo che osservo da diversi minuti ed ecco che dopo diversi lanci arriva lo scappotto anche per me ora resta Luca decido di seguirlo anche perché lancia molto bene a P.A.M ed è un piacere vederlo infatti dopo una cinquantina di metri di risalita ecco che una trota si avventa sulla sua mosca però l’animale ferra come se non ci fosse un domani e spacca il tip.

Cambia il tip rimonta un altra mosca e finalmente con una ferrata meno animalesca ferra anche lui: io mi giro verso Michele e grido “uccidete il vitello grasso ha scappottato” come sempre le risate non mancano.

Continuiamo la risalita tra riprese e varie catture: di materiale ne abbiamo!

Fra queste c’è anche un intervista che Luca fa a me.

Arrivati quasi alla fine di questa giornata Luca è un po’ stanco e mette via la sua canna ma io e Michele lo obblighiamo a pescare a Tenkara e li mi è sembrato di vedere un bambino giusto due cenni ai movimenti ed ecco i primi attacchi sulla kebari ma anche qua mi fa disperare e gli si slamano subito. Dopo averne bucate una decina in una buca lo faccio andare alla buca successiva e dopo una piccola parentesi comica ecco che finalmente arriva la prima Trota a Tenkara, ma il vitello grasso lo abbiamo gia usato prima, foto rilascio e via a quella dopo.

Credetemi vedere la faccia di Luca illuminarsi sotto la pioggia mi ha veramente ripagato di tutto.

Soddisfatti torniamo alla macchina perché Marty a casa ci aspetta con ben 600gr di carbonara e costine in umido con patate, un po’ di calorie le abbiamo perse ma non sarà troppo ?!?!?!

Purtroppo la giornata è già finita ed è volata… era un bel po’ di tempo che non mi divertivo così.

Concludendo:

Luca: è impossibile non farsi coinvolgere dalla sua passione, pazzia ed entusiasmo a volte anche ansia ma l’ho osservato bene sul torrente ed oltre ad essere un gran lanciatore è un pescatore che mette molta passione e conoscenza in quello che fa.

Michele mi fa morire come con tutta la calma del mondo bacchetta Luca, in pesca è impressionante se c’è un pesce lui lo trova: una vera macchina da guerra!!!

E’ stato un piacere ragazzi passare questa splendida giornata con voi spero ce ne siano altre.

Un saluto

Alla prossima

Cesco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...